Myself

In treno

Il treno è in microcosmo composto da individui che si trovano, per pochi minuti o molte (troppe) ore a rinunciare ai propri confini.
Io odio stare in treno.
La gente che oltrepassa i miei confini, che sono ben oltre la fine del mio corpo mi rendono intollerante. Questo significa che già prima di salire sul treno sono di cattivo umore. Poi metto le cuffie per ascoltare la musica, comincio a leggere e supero questo tempo che sono costretta a condividere con gli Altri.
Succede poi che oltre alla gente mediamente fastidiosa, in quanto esistente, ci sia anche gente fastidiosa perché odiosa, anche in altro contesto. Se tali individui sono sul nostro pianeta da meno di 10 anni si verifica la tragedia
Oggi ho un individuo di 8-9 anni seduto proprio di fronte, per un viaggio cominciato peggio del solito e che dura 5 ore e mezzo. Ho passato almeno dieci minuti a pensare a quanto sarebbe stato bello essere in macchina, a guidare lungo l’autostrada, con tutti i miei confini al posto giusto e senza minacce infantili. Ma mentre cercavo di rilassarmi fingendo di essere altrove il suddetto individuo ha scoppiato un simpatico gavettone addosso a me, sul tavolo, sul mio libro. Io mi asciugo, mi incazzo, ma mi asciugo; ma il libro?
Piccolo essere che sei capitato nel giorno più sbagliato sulla mia strada, che mi hai preso a calci per 2 ore consecutive, proprio tu seduto qui di fronte, hai buttato dell’acqua su un libro? Mio?
Se fosse stato mio figlio non avrebbe avuto un palloncino d’acqua, se lo avesse avuto non ci avrebbe giocato perché si sa che prima o poi scoppia e se per qualche strana congiunzione divina fosse successo avrebbe chiesto scusa.
Vorrei lanciare un appello a tutti i genitori, dal cuore di chi genitore non è. Voi amate immensamente i vostri figli e perdonate loro molto, moltissimo, è lecito e comprensibile. Intorno a voi ci sono altre persone, a cui non frega nulla di voi, dei vostri figli che si annoiano e che non sono disposte a perdonarli. Vi dirò di più, hanno il diritto di farlo, è lecito e comprensibile. Cari genitori, mettete al mondo dei figli che siano in grado di rispettare chi li circonda e di non sconfinare troppo, neanche nella presunta innocenza della loro infanzia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...