Myself

Attimi

Stazione Flaminio. Via vai di gente che corre. Guardano il telefono, accendono una sigaretta, non sorridono, non parlano. E poi loro due.
Lei ha un piumino rosso e capelli biondi, lunghi fino alla vita. Lui è alto, capelli scuri e corti. Si abbracciano e si baciano, quello che c’è intorno non ha alcun senso, non esiste. Si abbracciano, si baciano e si guardano negli occhi. Sorridono.
Si dividono, lui va verso la stazione, lei nella direzione opposta. Si girano, continuano a salutarsi. Continuano a guardarsi come se non esistesse altro. Lei rimane ferma, con il suo piumino rosso e i suoi capelli biondi. Sorride, aspetta che lui si giri di nuovo. Sta per diventare seria, si chiede se lui la ami abbastanza da guardarla ancora. Lui si ferma, si gira, lei si riaccende. Saluta, con la mano veloce, frenetica. Ogni suo gesto dice “ti amo”. Il suo sguardo lo grida. È fuoco, e aria, e tutto ciò che esiste di meraviglioso.

Il suo sguardo è quello che ti rivolgevo ogni giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...